Domenico Cimarosa

Nome
Domenico Cimarosa
Nascita
Aversa, 18 dicembre 1749
Morte
Venezia, 11 gennaio 1801
Attivita'
Compositore
Wiki
http://it.wikipedia.org/wiki/Domenico_Cimarosa
Domenico Cimarosa
Domenico Cimarosa

Studiò a Napoli e trovò il successo nel 1778, con L’italiana in Londra, applauditissima a Roma e approdata con grande risultato anche a Dresda. È autore di quasi 100 opere teatrali, ma anche di musica sacra (scrisse una 50ina tra messe e pezzi liturgici) e strumentale (un centinaio fra sonate per tastiera, sinfonie, e pezzi cameristici). Nelle composizioni per tastiera il suo linguaggio fu molto semplice, ma nel teatro fu uno dei più importanti innovatori del periodo. La musica delle sue opere incorpora in modo totale la componente sentimentale e psicologica, che i suoi predecessori avevano solo accennato, con invenzioni melodiche formidabili e immediate, capaci di evocare in pochissime note i pensieri e gli stati d’animo dei personaggi. Fu un modello per Gioacchino Rossini e Giuseppe Verdi, e tra i suoi ammiratori ci furono Goethe, Stendhal e D’Annunzio. Tappe fondamentali della sua carriera furono l’assunzione a maestro di cappella dalla zarina Caterina II Romanov a San Pietroburgo, dal 1787 al 1791 (un posto già occupato da Baldassarre Galuppi, Giovanni Paisiello e Giuseppe Sarti), e il periodo a Vienna come ospite dell'imperatore Leopoldo II d’Asburgo-Lorena, dove compose quello che oggi è considerato il suo capolavoro, Il matrimonio segreto. Ristabilitosi a Napoli dal 1793 ebbe problemi a tornare sulla cresta dell’onda a causa della rivalità con Paisiello, ma è proprio con lui che fu coinvolto nell’insurrezione che portò alla fondazione della Repubblica Napoletana nel 1799: furono entrambi condannati a morte, e solo i loro nobili fan convinsero i Borbone a commutare la loro pena in esilio. Dopo quattro mesi di carcere, cercò di tornare a San Pietroburgo, ma la salute non gli consentì di intraprendere il viaggio. Fu accolto a Venezia, dove rimase poco più di un anno: una misteriosa infezione intestinale lo uccise nel 1801, mentre soggiornava a Palazzo Duodo. Cimarosa espresse i suoi sentimenti repubblicani nell’opera Gli Orazi e i Curiazi, uno dei suoi pochissimi lavori seri, scritta per Venezia nel 1796, e detentrice del record di opera più rappresentata nell’Europa degli anni rivoluzionari e napoleonici.


Presenze Toscane

La Pergola di Firenze rappresentò almeno un’opera di Cimarosa all’anno a partire dal 1777 e continuò a farlo fino al 1800. Nel 1784 La vanità delusa ebbe la sua prima assoluta nel massimo teatro fiorentino. Nel 1787, inoltre, Cimarosa fu ospite personale di Pietro Leopoldo durante il suo viaggio in Russia.

Pistoia ospitò le repliche delle seguenti opere:

  • L’italiana in Londra, 1784;
  • Giannina e Bernardone, 1792 e 1809;
  • Chi d’altrui si veste presto si spoglia, 1793;
  • Le trame deluse, 1793;
  • Il matrimonio segreto, 1795 e 1911;
  • Il pittore parigino, 1798;
  • I due supposti conti, 1809

Suggerimenti Musicali

L’opera oggi più famosa di Cimarosa è Il matrimonio segreto

integrale dell'opera L’Olimpiade

Il pezzo oggi più celebre di Cimarosa, usato nello spot di un supermercato, è «Tu il fato regola di questo impero», parte dalla Vergine del sole, rappresentata per Caterina II di Russia all’Ermita┼ż di San Pietroburgo nel 1788.