Baldassare Galuppi

Nome
Baldassare Galuppi
Nascita
Burano, 18 ottobre 1706
Morte
Venezia, 3 gennaio 1785
Attivita'
Compositore e organista
Wiki
http://it.wikipedia.org/wiki/Baldassare_Galuppi
Baldassare Galuppi
Baldassare Galuppi

Detto "Il Buranello", dal nome dell'isola nativa, fu maestro di cappella della Basilica di San Marco a Venezia, città dalla quale si assentò solo quando fu invitato dalla zarina Caterina II a trascorrere, insieme ad altri celebri compositori italiani, un periodo a San Pietroburgo. Noto per le sue 80 sonate per clavicembalo, il campo dove ebbe maggior successo fu però l’opera sia del genere serio sia, e soprattutto, comico, grazie alla collaborazione con il poeta e librettista Carlo Goldoni (1707-1793), di cui mise in musica 20 libretti. Goldoni e Galuppi furono molto attenti a legare parola e musica: Galuppi sembrava voler commentare le azioni del dramma, e sottolineare i risvolti psicologici dell’agire dei personaggi, prediligendo l’aspetto sentimentale. Per fare questo usò effetti strumentali insoliti e temi musicali riconoscibili e chiari, dalla forte connotazione ritmica. Le sue architetture musicali, così attente alla trama dell’opera, trascuravano spesso la bellezza fine a se stessa del canto e ciò lo fece disprezzare nella patria dell’opera comica, Napoli, affezionata agli effetti virtuosistici, ma mandò in visibilio il resto d’Europa: Franz Joseph Haydn lo considerò un modello imprescindibile. Il suo modo particolare di usare il ritmo è evidente nelle sue molte, e già ricordate, sonate per strumento a tastiera, di cui è forse il compositore europeo più importante del periodo dopo Domenico Scarlatti e prima di Muzio Clementi.


Presenze Toscane

Repliche di Galuppi a Firenze:

  • Il mondo della Luna, 1751;
  • Alessandro nell’Indie, 1756;
  • Adamo ed Eva, 1757;
  • Arcifanfano, re de’ matti, 1759 [pastiche con musiche anche di altri autori];
  • Le nozze, 1761;
  • Li tre amanti ridicoli, 1762;
  • L’amante di tutte, 1764;
  • L’arrivo d’Enea nel Lazio, 1765;

Repliche di Galuppi a Pistoia:

  • L’evergete, 1748;
  • Il filosofo di campagna, 1758;
  • Adamo ed Eva, 1762;
  • L’amante di tutte, 1771;