Cristiano Giuseppe Lidarti

Christian Joseph Lidarti

Nome
Cristiano Giuseppe Lidarti
Nascita
Vienna, 23 febbraio 1730
Morte
Pisa, 1795
Attivita'
Compositore
Wiki
http://it.wikipedia.org/wiki/Christian_Joseph_Lidarti
Cristiano Giuseppe Lidarti
Cristiano Giuseppe Lidarti

Era nipote del Kapellmeister viennese Giuseppe Bonno, e fu un fervente autodidatta, sicuro di riuscire a sfondare come operista senza un’istruzione formale. I suoi primi successi a Vienna sembrarono rassicurarlo in questo intento, ma alla fine lo zio lo convinse a prendere lezioni in Italia, la patria della musica. Dal 1751 studiò e trovò lavoro a Venezia, Firenze e Cortona, e divenne un caro amico di Florian Gassmann. Deciso a coltivare i suoi sogni opertistici, nel 1757 andò a Roma per prendere lezioni da Niccolò Jommelli, il quale rese però palesi le sue enormi lacune formali. Grato al maestro per avergli aperto gli occhi (restò in contatto con lui tutta la vita), ridimensionò le sue ambizioni e si accontentò di un serio lavoro stabile come musico dei Cavalieri di Santo Stefano di Pisa. In questa veste ebbe comunque molte gratificazioni personali: divenne un ottimo contrabbassista, organista e, soprattutto, un violoncellista di chiara fama, stimato da Padre Martini e Charles Burney, che forse spalleggiò edizioni di sue composizioni a Londra. Scrisse più di 200 pezzi, la cui scrittura per violoncello è una delle più peculiari del periodo. Furono famosi i suoi lavori sacri su testo ebraico, stimati ancora oggi nelle comunità israelitiche soprattutto americane.


Presenze Toscane

Abbiamo notizia che un suo «componimento drammatico», La tutela contrastata fra Giunone, Marte e Mercurio, col Giudizio di Giove, sia stato rappresentato a Livorno nel 1767.